Chianti: un po' di storia - A little bit of history (part 2)

Chianti: un po' di storia (parte seconda) - Chianti: a little bit of history (part two)

 

 

Il  Chianti nel medioevo

Caduto l’Impero Romano, in epoca “longobarda” i paesi di campagna nel secolo VIII vennero chiamati “vicus” mentre gli agglomerati di case – spesso parte di un’azienda agricola – furono denominati “casali”. Questi borghi costituirono l’origine dei castelli medievali: il proprietario terriero chiedeva ai suoi contadini di coltivare i campi e imponeva loro di prendere le armi e combattere per difendersi. Questi proprietari col tempo rappresentarono per il popolo l’autorità dello Stato e quando l’Italia nel 774 venne conquistata dai Franchi, Carlo Magno mise al loro posto le famiglie fedeli all’Impero. Fra il IX e il X secolo molte “pievi” vennero costruite dalla Chiesa nel Chianti: le pievi erano Chiese sotto il potere dei Vescovi che – vicino a ponti e valichi – svolgevano la funzione di controllo su merci e  viandanti.

Continua a leggere...

 

 

The Chianti in medieval times

After the fall of the Roman Empire , in the VIII century after Christ (“longobards” period) the country villages were called vicus” and the groups of houses - part of a farm - were called casali”. These are the origin of the medieval castles: the land-owner asked his peasants to cultivate the fields and required to take up arms and fight for defence. For the people these land-owners represented the authority of the State and when Italy was conquered by the French in 774, Charlemagne put in their place the families allied to the emperor. Between the ninth and tenth centuries many pievi” were built in Chianti region by the Church: the little churches - under the jurisdiction of Bishops near bridges and crossing used as control of travelers and merchandise are called “pievi”.

Read more here...


 

 

L' incastellamento

Le ville delle famiglie si trasformarono in castelli, dove i contadini ed artigiani potevano trovare protezione e difendersi dai malfattori: le mura esterne vennero rafforzate con torri di avvistamento e tutt’intorno furono scavati profondi fossati.

I signori all’interno dei castelli avevano il potere di ordinare e punire i loro sottoposti ma questa loro eccessiva autorità spinse Firenze e Siena ad intervenire annientando le famiglie più importanti e confiscando i loro possedimenti. Firenze per rafforzare i confini meridionali tolse le terre ai signori vicini all’Imperatore troppo spesso alleati con Siena e incaricò grandi famiglie di amministrare in suo nome i territori del Chianti: i Ricasoli-Firidolfi, membri del governo comunale, vennero nominati “commissari”.

 

 

The creation of the castles

After the fall of the Roman Empire the villas of the families were transformed in castles, where farmers and artisans could find protection and defense from criminals: the walls were reinforced with towers and deep ditches were excavated all around. The lords inside the castles had the power to order and punish their subordinates but this excessive authority convinced Florence and Siena to take action to destroy the most important families and confiscate their possessions. Florence to enforce the southern borders, took the lands of the lords too close to the Emperor -  often allied with Siena - and ordered to some important families to administer the territories of Chianti: the Ricasoli-Firidolfi, members of the municipal government, were appointedcommissioners”.


Write a comment

Comments: 0